Assunzione disabili: un’opportunità da cogliere al volo

Assunzione disabili: un’opportunità da cogliere al volo

A partire dal 1° gennaio 2018 le aziende che hanno dai 15 ai 35 dipendenti sono obbligate ad assumere una persona portatrice di handicap. Se si vuole trasformare questa disposizione in opportunità, e non si possiedono adeguate competenze, SOLCO Brescia propone un servizio di consulenza e selezione.

Quanto costa?

È totalmente gratuito SOLCO Brescia, in partnership con il Consorzio Tenda di Montichiari, gestisce il Servizio di Integrazione Lavorativa (SIL) per conto di ACB Servizi, su delega dei comuni bresciani afferenti agli Ambiti: 2 “Brescia Ovest”, Ambito 4 “Valle Trompia”, Ambito 5 “Sebino”, Ambito 6 “Monte Orfano”, Ambito 8 “Bassa Bresciana occidentale”, Ambito 10 “Bassa Bresciana orientale”, Ambito 9 “Bassa Bresciana centrale”.

A chi si rivolge?

Alle imprese, soggette agli obblighi previsti dalla legge 68/99. Che, come recita l’articolo 1, persegue “la promozione dell’inserimento e dell’integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato”. A tale proposito, Solco Brescia offre un servizio di consulenza relativo alle modalità con cui è possibile ottemperare alla Legge 68/99 (per es: attraverso la stipula di apposite Convenzioni con la Provincia di Brescia) e in merito ad eventuali contributi/sgravi fiscali a cui è possibile accedere.

In che modo funziona il SIL?

E’ un servizio di secondo livello e pertanto effettua la presa in carico unicamente attraverso la segnalazione da parte dei servizi invianti quali: Servizi Sociali dei Comuni, Centri psico-sociali (C.P.S.), Area Disabilità (E.O.H.), ente nazionale sordomuti (E.N.S.), Servizi Tossicodipendenza (Ser.T.), Nucleo Operativo Alcoologia (N.O.A.), Servizi Multidisciplinari Integrati (S.M.I.), Ufficio Esecuzione Penale Esterna (U.E.P.E.), Collocamento Mirato della Provincia di Brescia. Il SIL si occupa della valutazione delle persone segnalate e attiva, per le persone che vengono ammesse al servizio, dei progetti personalizzati finalizzati all’inserimento lavorativo.

Quali servizi offre?

– Valutazione iniziale utenti
– Presa in carico e definizione di Progetti individualizzati
– Selezione del personale
– Attivazione di tirocini collocativi
– Attivazione di tirocini risocializzanti
– Tutoraggio post assunzione
– Consulenza alle imprese sulle modalità con cui è possibile ottemperare alla L. 68/99
– Consulenza rispetto agli incentivi /sgravi fiscali collegati all’assunzione di persone disabili

SOLCO Brescia: tutto quello che c’è da sapere

Perché SOLCO Brescia merita fiducia?

La lunga esperienza parla da sé: è il primo consorzio di cooperative sociali nato in Italia. Dal 1983 offre consulenza, improntata all’agire quotidiano. Dal 2010 gestisce direttamente il Servizio di Integrazione Lavorativa (SIL) negli Ambiti 2, 4, 5, 6, 8, 9 e 10 per conto di ACB Servizi.

Sedi: cosa bisogna sapere?

A livello operativo, conta 3 Unità di Offerta e 4 equipe territoriali:
– UO Gardone V.T. presso il Consorzio Valli (Ambito territoriale di riferimento: 4);
– UO Montichiari presso il Consorzio Tenda (Ambiti territoriali di riferimento: 9 e 10);
– UO Ospitaletto presso il Consorzio IN RETE.IT (Ambiti territoriali di riferimento: 2,5,6 e 8).

Chi lavora all’interno?

Il team coinvolge, complessivamente, 15 operatori della mediazione, con pluriennale esperienza nei servizi di integrazione lavorativa e nell’ambito delle politiche attive del lavoro. A formarlo, prevalentemente, psicologi ed educatori professionali.

E per saperne di più?

Ci sono eventi specifici. Una finestra privilegiata sul mondo della disabilità. Cittadini, aziende ed enti hanno infatti occasione di conoscere, a fondo, il Servizio di Integrazione Lavorativa (SIL).

Come sono organizzati?

Durante la serata verrà presentata una panoramica delle attività svolte e dei sui risultati raggiunti nel biennio da luglio 2016 a giugno 2018. Il relatore presenta l’attività, i tipi di target, gli inserimenti compiuti e altri dati importanti. Inoltre, partecipa un referente territoriale. Che dettaglia, in concreto, tempi e modalità dei servizi. Oltre ad ACB, titolare ed appaltante, dà manforte la Provincia di Brescia, nella fattispecie l’Ufficio Collocamento Mirato, con ulteriori informazioni rispetto alla collaborazione tra Provincia e gli altri enti partner rispetto all’inserimento lavorativo delle persone disabili. Inoltre, prendono parola i Comuni ospitanti, parte attiva di una rete che conosce caratteristiche e peculiarità del territorio. Gli incontri in calendario si avvarranno inoltre di testimonianze. Aziende o cooperative sociali che collaborano col SIL racconteranno i vantaggi derivanti da questa collaborazione instaurata. In un ambiente collaborativo ed energico, che mira a proficue intese. Vantaggiose per ambo le parti. Un contesto idoneo per allargare i contatti. In chiusura, un dibattito finale atto a stimolare la riflessione sullo stato dell’arte e sul futuro del SIL.

Quand’è in programma il primo incontro? Dove?

È fissato per giovedì 27 settembre 2018 alle ore 18 presso la Biblioteca comunale di Ospitaletto (via Mons. Rizzi, 5), nell’ambito 2. All’evento presenzieranno Roberto Gitti (Presidente di ACB Servizi Srl), Daniele Corini (ACB), Antonella Montini (ACB), Massimo Reboldi (Assessore Attività produttive Comunità di Ospitaletto), Elena Danesi (Ufficio di Piano), Angelica Zamboni (Provincia di Brescia), Cavagnini Massimo (Presidente di SOLCO Brescia), Fabio Peruzzini (Coordinatore SIL Ambito 2 – Consorzio IN RETE). Mentre l’azienda Idra srl e la Cooperativa sociale Ecovos daranno una loro testimonianza della collaborazione con il SIL.

 

Accetto la Privacy Policy:

Privacy Policy

I commenti sono chiusi